Crypto Valley porta in Svizzera il pagamento dell’imposta Crypto

Il Cantone di Zugo, una regione della Svizzera famosa per aver sostenuto gli sviluppi della crittografia, ha fatto un altro passo avanti verso l’adozione. La regione, che molti hanno soprannominato „Crypto Valley“, ha annunciato questa settimana che i residenti possono ora effettuare il pagamento delle imposte crittografiche.

Non più negare l’impatto di Crypto

Secondo un rapporto di BNNN Bloomberg, gli insediamenti fiscali della Crypto Valley saranno ora disponibili per i residenti della Crypto Valley e per le imprese interessate ad esplorarli. Le tasse saranno pagabili in Bitcoin ed Ether, e copriranno tutti i pagamenti fino a 100.000 franchi svizzeri (109.670 dollari).

Il Cantone di Zugo ospita attualmente circa 127.0 00 persone. La nuova iniziativa di criptaggio fiscale è nata da una partnership tra il governo della regione e la Bitcoin Suisse AG, un’importante società di brokeraggio di crittografia con sede nel cantone di Zugo.

Niklas Nikolajsen, il fondatore della Bitcoin Suisse, ha spiegato ai giornalisti che non ci sono più controversie sulla legittimità della Bitcoin e su altre attività correlate. Ha aggiunto che il mercato dei prodotti criptati e i suoi 500 miliardi di dollari di attività totali sono diventati mainstream, e i governi dovranno abbracciarli in futuro.

Ad essere onesti, questa non è la prima volta per la Svizzera. Bitcoin Suisse ha collaborato con Zermatt, un comune del cantone meridionale del Vallese, per rendere il pagamento delle imposte crittografiche una realtà.

Secondo un comunicato stampa dell’epoca, le autorità di Zermatt avevano iniziato ad accettare il pagamento delle tasse dal 28 gennaio. Grazie all’integrazione di Bitcoin Suisse, la popolazione locale potrà effettuare il pagamento diretto delle imposte criptate all’ufficio delle imposte di Zermatt. Bitcoin Suisse ha inoltre permesso all’Ufficio delle imposte di convertire tutte le valute criptate in franchi svizzeri senza soluzione di continuità. Il compito principale dell’azienda è quello di fungere da processore dei pagamenti.

Romy Biner-Hauser, sindaco di Zermatt, ha spiegato all’epoca che l’innovazione mirava ad aiutare la città a soddisfare la crescente domanda di soluzioni fiscali basate su Bitcoin da parte dei residenti.

„Uno spirito innovativo e pionieristico è uno dei marchi di fabbrica di Zermatt, ed è per questo che siamo lieti di sostenere i residenti nel fornire loro le soluzioni di cui hanno bisogno“, ha spiegato.

Per Zermatt, i cittadini possono pagare le tasse attraverso un portale online o uno strumento del punto vendita nella città di Zermatt. Chi utilizza il metodo del portale online dovrà richiedere all’Ufficio delle imposte una soluzione di pagamento criptata.

Nel comunicato stampa si spiegava anche che i cittadini del comune avrebbero pagato le tasse attraverso un portale online o uno strumento per il punto vendita installato nel municipio di Zermatt. Tuttavia, chi sceglie di utilizzare il portale online dovrà rivolgersi direttamente all’Ufficio delle imposte per una soluzione di pagamento criptata.

Zugo rimane un hotspot di crittografia Top

Per ora non è chiaro come Zugo intenda far rispettare il sistema fiscale. Il nuovo pagamento delle tasse criptate dimostra un impegno continuo da parte della regione a sviluppare soluzioni criptate e ad essere leader nello spazio in continua espansione del Paese. Molti avevano messo in discussione l’esperimento della Crypto Valley dopo che il governo svizzero aveva rifiutato un programma di salvataggio di 100 milioni di franchi (103 milioni di dollari) di coronavirus per il paese.

Il direttore finanziario cantonale Heinz Taennler aveva chiesto contributi alle aziende della Valley, spiegando che molti sarebbero andati in bancarotta nelle condizioni attuali. Mentre lo stato di queste imprese non è ancora chiaro, l’elaborazione di un piano fiscale cripto-fiscale dimostra che a Zugo la speranza delle cripto-città è ancora viva.